Termografia

Che cos’è la Termografia ?

La termografia è una tecnica diagnostica non distruttiva che sfrutta il principio fisico secondo cui qualunque corpo con una temperatura maggiore dello zero assoluto (-273,14°C), emette energia sotto forma di radiazione infrarossa. Lo strumento che converte l’energia emessa da un corpo (sotto forma di onde elettromagnetiche infrarosse) in un segnale digitale è la termocamera. La “visone dell’energia” rilevata dalla termocamera, viene rappresenta da un’immagine, abbinando una palette di colori con una scala di temperature. L’immagine ottenuta non è altro che la mappatura termica superficiale dell’oggetto, la termografia può essere quindi intesa come uno strumento d’indagine non distruttivo, applicabile a qualsiasi settore dal settore medico, all’industriale, chimico, o edile.

                  

La termografia in edilizia

La termografia applicata al settore edile ricopre un ruolo fondamentale nell’individuazione preventiva di anomalie, proponendosi per altro come uno dei metodi di controllo non distruttivo per eccellenza più efficace. La possibilità di valutare piccolissime differenze di temperatura, permette alla termografia d’identificare le cause di problemi riscontrabili solo se espressamente manifestati.

L’indagine termografica, in grado di captare irregolarità termiche causate da difetti o danni localizzati. Grazie alla rappresentazione attraverso un’immagine digitale (termogramma), la termografia consente di evitare interventi distruttivi finalizzati all’individuazione della/e cause di un problema.

Campi di intervento nel settore edile:

  • Visualizzare le perdite energetiche
  • Rilevare carenze o difetti di isolamento
  • Individuare in infiltrazioni d’aria nei serramenti
  • Rilevare la presenza di umidità nell’isolamento, nei tetti e nei muri, sia interni che esterni
  • Individuare la presenza di muffe ed aree scarsamente isolate
  • Individuare i ponti termici in edifici esistente
  • Individuare le in infiltrazioni d’acqua in tetti piani
  • Rilevare rotture nei tubi di acqua calda
  • Trovare i guasti negli impianti di riscaldamento o di raffrescamento
  • Guasti negli impianti radianti a pavimento, a parete o soffitto.
  • Rilevare i guasti elettrici

  • Difetti di isolamento ed infiltrazioni d’aria

La termografia è uno strumento eccezionale per individuare i difetti di un edificio quali la mancanza di isolamento, la sfaldatura degli intonaci e i problemi di condensa.

  • Individuazione di fughe d’aria

Le fughe d’aria determinano un maggior consumo energetico e spesso sono la causa di malfunzionamenti del sistema di ventilazione, o sigillature di serramenti non a regola d’arte. Le fughe d’aria possono consentire anche la formazione di condensa che a sua volta pregiudica la climatizzazione interna.

 

  • Individuazione della presenza di umidità

L’umidità è la causa più comune di deterioramento di un edificio. Le infiltrazioni d’aria possono causare la formazione di condensa all’interno dei muri, nei pavimenti e nei soffitti. Un isolamento umido richiede molto tempo per asciugarsi e diventa un luogo di formazione di muffe e funghi.

L’osservazione mediante l’uso di una termocamera ad infrarossi consente di individuare la presenza di umidità che crea un ambiente favorevole alla formazione di muffe. Talvolta se ne sente l’odore, ma non è possibile capire dove di sta formando. Un’ispezione termografica rileverà̀ dove si trovano le aree intrinsecamente umide che favoriscono la crescita di muffe che possono provocare anche danni alla salute.

  • Ponti termici

Un’altra applicazione riguarda l’individuazione di ponti termici, che indicano i punti in un edificio dove avviene uno spreco di energia.

Un ponte termico è un’area di struttura edile che presenta una minore resistenza termica. E’ determinato da vincoli costruttivi. Il calore segue il percorso più̀ facile dallo spazio riscaldato verso l’esterno ­ il percorso con la resistenza minore.

Gli effetti tipici dei ponti termici sono:

  • Temperature delle superfici interne diminuite; nei peggiori casi questo può̀ determinare problemi di condensa, specie negli angoli
  • Maggiori perdite di calore calore
  • Aree fredde negli edifici
  • Errori nei dimensionamento dell’impianto termico, e il non raggiungimento delle temperatura desiderata negli ambienti.

 

  • Individuazione di perdite negli impianti di riscaldamento e malfunzionamenti degli impianti a pavimento, soffitto o parete.

La termocamera ad infrarossi è uno strumento semplice da utilizzare per individuare e controllare se vi sono perdite nelle tubature, anche quando i tubi per l’acqua vengono interrati nel pavimento o sotto l’intonaco. Il calore dei tubi si irradia attraverso la superficie ed il percorso può̀ essere facilmente visualizzato con una termocamera.

 

  • Individuazione di perdite o ostruzioni negli impianti idrici o di scarico

La termografia è diagnosi ideale per rilevare tubi ostruiti o rotti ed altre problematiche relative agli impianti idrici o di scarico. Anche se le tubazioni passano sotto il pavimento o all’interno di una parete è possibile identificare precisamente la posizione del guasto facendo scorrere acqua calda nei tubi. Il calore si irradierà̀ e l’area problematica apparirà̀ chiaramente visibile nell’immagine ad infrarossi.

 

 

Climapiù Termoidraulica si occupa di indagini termografiche attraverso una termocamera FLIR di ultima generazione con il proprio tecnico specializzato.

 

 

Compila il form e ti risponderemo il prima possibile!

Contatti

Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY